Cos’è un’ OSTETRICA

L’ostetrica è da sempre accanto alle donne.

Negli anni e nelle diverse culture il suo ruolo e il suo nome hanno vissuto stravolgimenti e limitazioni, conosciuta come mammana o commare o ancora levatrice, non ha mai perso di vista l’obiettivo umano e professionale: salvaguardare la salute del mondo femminile. In Italia la realtà di questa professione è poco conosciuta: viene associata solo all’assistenza alla nascita, trascurando tutte le sue innumerevoli potenzialità di sostegno pratico ed emotivo alle donne e alle mamme.

La professione ostetrica è riconosciuta e regolata dal profilo professionale, dal codice deontologico e dal codice etico internazionale e ha obbligo di iscrizione all’albo. Le norme che ne delimitano le possibilità lavorative sono molto chiare e inquadrano l’ostetrica/o come colei/colui che:

  • Assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza, durante il parto e nel puerperio, conduce e porta a termine parti eutocici con propria responsabilità e presta assistenza al neonato.
  • Favorisce l’attaccamento precoce madre\padre e bambino, promuove l’allattamento al seno e supporta il ruolo genitoriale.
  • Per la tutela e l’attuazione del diritto alla procreazione cosciente e responsabile, presta e assicura con ogni mezzo a sua disposizione, sostegno e informazione sui temi della sessualità, della riproduzione e della contraccezione.
  • Tutela e promuove la salute femminile in ogni età.
  • Partecipa ad interventi di educazione sessuale sia nell’ambito della famiglia che della comunità; alla preparazione psicoprofilattica al parto; ai programmi di assistenza materna e neonatale.
  • Le ostetriche lavorano con le donne, favorendo il loro diritto a partecipare attivamente alle decisioni sulla loro salute.
  • Rispettano il diritto di scelta della donna e promuovono, nella donna, l’accettazione delle responsabilità per le conseguenze delle sue scelte.
  • È la professionista sanitaria abilitata e responsabile dell’assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale; la sua attività si fonda sulla libertà e sull’indipendenza della professione.
  • Si attiva per garantire un’assistenza scientificamente valicata ed appropriata ai livelli di necessità.